Luglio 13

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • Ansia
  • /
  • Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Ormai non sappiamo più in quale Fase siamo.
Fase 2? Fase 3? Fase 4?
Quantomeno nei mesi scorsi la fase della pandemia da Coronavirus in Italia era molto chiara. Eravamo tutti in Fase 1, chiusi in casa e spesso ansiosi e stressati per l'evolversi del contagio. Ad oggi facciamo fatica a capire in quale Fase siamo noi e sono soprattutto le persone che ci stanno accanto. Questo crea qualche problema su come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus.

Come gestire ansia e stress dopo il coronavirus

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Meglio prima o adesso?

Ma psicologicamente era meglio la Fase 1 o quelle che si stanno susseguendo in queste settimane? Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus?
In Fase 1 tutto era più evidente, tutti eravamo solidali, gli eroi erano riconoscibili (medici, infermieri, chi faceva consegne a domicilio...), le persone si affacciavano alle finestre per cantare, scambiarsi due parole, sentirsi meno soli.
Certo tutti eravamo spaventati dal rischio del contagio, i morti erano sempre in aumento e le notizie poco confortanti.
Oggi mi sembra di notare che il distanziamento fisico imposto dalle autorità per una sicurezza sanitaria stiano diventando veramente un distanziamento sociale: che tradotto potrebbe voler dire un allontanamento da chi ci vive vicino.

L'ombrello del pericolo comune

Dopo aver congelato per tanti mesi le preoccupazioni del vivere quotidiano sostituendole con quelle di un pericolo più grande e comune ora ci potremmo trovare disarmati.
Molti dei miei pazienti durante la Fase 1 hanno vissuto quasi un momento di estasi.
Non si sentivano più soli e isolati nel soffrire, nell'avere paura, nell'avere ansia per il futuro. C'erano tante persone che camminavano con loro in questo difficile percorso.

Dopo la riapertura

Dal giorno della riapertura le cose invece sono cambiate. Non siamo più compatti nel cercare di combattere il virus: cominciano i litigi (dal livello politico a quello economico), le divisioni, l'autoreferenzialità, l'egoismo, l'individualismo.
Per chi ha un disturbo d'ansia o di stress questo periodo non è più un momento di sintonia con il mondo. Rischia di diventare un periodo ancora più complicato.

Ma non solo per loro...

A queste persone si aggiungono quelle che troppo prese dai timori pandemici non hanno dato ascolto ai propri sentimenti di angoscia e ora, quasi a dover pagare una tassa sulla paura, si trovano in grande difficoltà.

Prima della pandemia il loro sistema di gestione dell'ansia e dello stress era in equilibrio, adesso invece li porta a vivere sul filo del rasoio tante situazioni che prima erano facilmente gestibili.

Come gestire ansia e stress dopo il coronavirus sapere le cause

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Un check up psicologico

Forse un breve check-up psicologico potrebbe essere di aiuto, perché spesso i grandi problemi cominciano da piccoli segnali che se non gestiti correttamente rischiano di ingrandirsi in modo preoccupante. Ecco come un breve percorso di psicoterapia può essere d'aiuto a come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus.

La terapia può offrire uno spazio sicuro in cui riversare una serie di malesseri che difficilmente vengono affrontati. A differenza di confidarti con un amico o un parente, che farà probabilmente lo stesso con te, affidandoti a uno psicologo avrai su te stesso tutta l'attenzione necessaria, non dovrai prenderti cura del terapeuta!

La terapia potrebbe aiutarti a sfruttare l'opportunità di imparare a:

Rispondere ai tuoi sentimenti in modo sano.

Di solito le persone tendono a sfuggire mentalmente ai sentimenti difficili. Come se temessero di scoperchiare un vaso di Pandora. Oppure cercano una connessione con qualcun altro che possa proteggerli. In realtà queste strategie non fanno altro che creare un distanziamento dalle proprie esperienze creando una certa solitudine, ansia e stress. La terapia può invece aiutare a imparare a riconoscere, accettare fino a fare amicizia con le proprie emozioni. Forse non tutte le cose che si considerano negative lo sono davvero, in realtà possono aiutare a migliorare i propri strumenti di resilienza di fronte ai problemi della vita, che non smetteranno mai di inseguire gli esseri umani e di riproporsi (per quanto uno possa impegnarsi ad evitarli).

Come gestire ansia e stress dopo il coronavirus e ritornare alla serenità

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Rimanere nel presente.

A volte le persone sfuggono ai sentimenti negativi facendo dei salti temporali nel passato o nel futuro. I pensieri del tipo "se avessi fatto quello invece di questo", se "la società fosse così invece di cosà" o altre cose simili. Oppure ci si focalizza sul futuro con una visione ansiogena e preoccupata (ma sul futuro si può solo operare lavorando nel presente). La terapia può aiutare a rimanere ancorati al presente sia godendo delle cose belle che si hanno, sia accettando e affrontando le difficoltà che si presentano.

Come gestire ansia e stress dopo il coronavirus fare delle scelte

Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù - Psicoterapeuta e terapeuta EMDR

Mantenere uno stile di vita sano.

Non è facile prendersi cura di sé stessi, molto spesso è più facile prendersi cura degli altri. Quando si vivono forti stati d'ansia o di stress non è facile mantenere una routine che comprenda il mangiare sano, il dormire a sufficienza, fare attività fisica regolare, impegnarsi in attività positive. C'è chi ci riesce mentre altri hanno bisogno di qualcuno che li segua per mantenere un ritmo costante nella costruzione di una routine capace di generare benessere. Il fatto di dover settimanalmente rendere conto a qualcuno (come a un terapeuta) di come si stanno affrontando i problemi, possono essere un forte sprone a migliorare la qualità della propria vita.

Come gestire ansia e stress dopo il coronavirus con uno stile di vita sano

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Identificare i fattori che generano stress e ansia e risolvere i problemi.

Potrebbero convivere diversi fattori che generano ansia e stress: quelli che già lo facevano prima della pandemia da Coronavirus insieme a quelli propriamente legati al Covid-19. I tanti cambiamenti imposti dalla situazione attuale negli ultimi mesi possono essere profondamente destabilizzanti. La terapia può aiutare a riconoscerli, separarli e imparare ad affrontarli uno alla volta senza sovrapporli creando un enorme gigantesco problema senza soluzione.

Come gestire ansia e stress dopo il coronavirus cosa ti stressa

Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù - Psicoterapeuta e terapeuta EMDR

Gestire i problemi di relazione.

Tutti noi abbiamo registrato un forte stress nella gestione delle nostre relazioni personali. Vuoi per la convivenza forzata per giorni, vuoi per il distanziamento, vuoi per lo stravolgimento delle nostre abitudini, vuoi per l'eliminazione di tante cose che ci facevano stare bene. Tutto questo ha generato tensioni nelle relazioni con le persone che più ci sono vicine. La terapia può aiutare a gestire questi problemi sia attraverso un trattamento individuale sia di coppia.

Crisi di coppia per ansia e stress da coronavirus

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Districare il passato dal presente.

L'ansia e lo stress vissuti negli ultimi mesi potrebbero essere solo un amplificatore di condizioni pregresse che in qualche modo si riuscivano a tenere a bada e ora diventano piccoli fattori esplosivi. Ti è capitato di rispondere come non avevi mai fatto al tuo partner o di piangere di fronte a immagini che prima non ti generavano alcuna reazione o ancora di sentire un sentimento di paura e angoscia di fronte ai tuoi pensieri sul futuro?

Qualcosa potrebbe essersi incrinato nei tuoi meccanismi di difesa.

Forse perché anche prima qualcosa non andava ma riuscivi a gestirlo grazie alle tue risorse basate su una quotidianità che riuscivi a tenere più sotto controllo. La terapia può aiutarti a ritrovare il bandolo della matassa che hai momentaneamente perso.

Gestire ansia e stress coronavirus

Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù - Psicoterapeuta e terapeuta EMDR

Sceglie di imparare a gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

Pensare alla possibilità di scegliere di andare da un terapeuta potrebbe spaventarti o potresti pensare di riuscire a riacquisire il tuo equilibrio in poco tempo contando solo sulle tue risorse. Sono tutti pensieri legittimi e naturali. Ma se vedi che invece non è così prima di perdere troppo tempo e vivere troppo a lungo con una situazione di malessere prova a pensare di trovare delle soluzioni affidandoti a qualcuno che ha le competenze professionali per farlo.
Perché fare tanta fatica quando si possono ottenere dei risultati in un modo migliore?
Perché non affidarsi a qualcuno per imparare a gestire ansia e stress dopo il Coronavirus?

Dott.ssa Marzia Molteni psicologo Cantù

Come gestire ansia e stress dopo il Coronavirus

SOCIAL NETWORK - Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù

Note sull'autrice

Marzia Molteni

Psicologo Cantù

Dott.ssa Marzia Molteni ​specializzata in psicoterapia sistemico relazionale per stress​, ansia, ​disturbi somatici e terapeuta EMDR. ​​​Mamma di Sebastiano ed Emanuele e grazie a loro ha scoperto il fantastico mondo della genitorialità e h​a imparato cosa vuol dire prendersi cura dei propri figli con tutti gli aspetti positivi e le paure che questo comporta.


Tags

Ansia, Stress


Forse potrebbero interessarti...

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Iscriviti alla mia newsletter!

Prima di inviare i dati leggi la Privacy Policy

>