Luglio 3

Come aiutare chi ha un attacco di panico

Come aiutare chi ha un attacco di panico

Ieri ho ricevuto una telefonata tra il personale e il lavorativo. Spesso le amiche mi chiamano per chiedermi qualche consiglio psicologico e di solito non riguardano loro stesse (forse per un certo senso del pudore) ma riportano situazioni legate ai figli, ai parenti o ai colleghi.

Dopo i soliti convenevoli una amica mi ha raccontato un episodio accaduto.

"Stavamo parlando di un progetto di lavoro, quando il mio collega a un tratto è diventato strano... sembrava impazzito, sembrava stesse morendo... non sapevo cosa fare, in qualche modo sono stata contagiata panico... ero atterrita, confusa e non sapevo cosa fare. Ho anche pensato... non è che sto peggiorando le cose? Mi dici come devo comportarmi in questi casi?".

Gli attacchi di panico: un'esperienza terrificante

Gli attacchi di panico sono un'esperienza davvero terrificante. Forse una delle peggiori che possano capitare nella vita. Chi vive un attacco di panico è come se avesse la netta sensazione che la sua vita stia per finire da un momento all'altro, o che stia per impazzire, che ci sia un grande pericolo imminente che non può evitare.

Ma quando sei dall'altra parte cosa puoi fare? Quando, tuo malgrado, diventi uno spettatore come puoi fare per aiutare chi ha un attacco di panico? Quali strategie puoi mettere in campo per non farti assorbire dalla situazione ed essere veramente di aiuto?

come aiutare chi ha un attacco di panico

Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù - Psicoterapeuta

Suggerimenti per aiutare chi ha un attacco di panico

Non esistono delle precise regole condivise ma questi suggerimenti possono essere utili per aiutare chi ha un attacco di panico.

1. Conoscere i sintomi.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

È una cosa buona sapere come sono gli attacchi di panico; se non vieni sorpreso dai sintomi, ti sarà più facile non pietrificarti o peggio fuggire o ancora peggio entrare tu stesso in panico. E se hai sofferto di attacchi di panico è possibile che assistere a un episodio possa scatenare gli stessi sintomi per te stesso.

La sensazione generale è di solito il sentimento della perdita del controllo: ti senti che accadrà qualcosa di terribile, come morire, impazzire o in qualche modo non riuscire a controllarti. Altri sintomi comuni includono un battito cardiaco accelerato o pulsante, respiro affannoso, nausea, vertigini, sudorazione e la sensazione di essere disconnesso dalla realtà o dal proprio corpo.

2. Non dare per scontato che si tratti di un attacco di panico a meno che non ci siano buone ragioni per farlo.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Fare una diagnosi senza essere un medico può essere una scelta avventata. Non avventurarti in ipotesi se non hai gli strumenti per farlo. A volte gli attacchi di panico possono essere scambiati per un infarto o un ictus, ma a volte accade il contrario.
Incoraggiare chi ha un attacco di panico (soprattutto se non ne ha mai avuti) a fare un chek up medico è sicuramente una buona strategia. Ricordati di essere sempre molto cauto e non sostituirti a un medico.

3. Essere consapevoli della propria angoscia.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Non è facile stare accanto a qualcuno che sta provando uno stato di sofferenza di alto livello. Non sottovalutare i pensieri e i sentimenti che ti vengono in mente, prova a dare ascolto a quanto stai vivendo come la paura o l'impotenza. Conoscere i tuoi pensieri può semplificare la concentrazione sull'altra persona.

4. Ricorda che il panico in sé non è pericoloso.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Le persone spesso credono di avere un attacco cardiaco o un ictus durante un attacco di panico, ma un attacco di panico, pur essendo profondamente spaventoso e traumatico in sé non è generalmente pericoloso. Sono piuttosto le conseguenze delle scelte legate a un attacco di panico che possono generare situazioni pericolose come frenare di colpo per il timore di imboccare una galleria in una autostrada. Se sai che la persona non è in imminente pericolo fisico dal panico, sarà più facile comunicare loro quel messaggio.

5. Ricorda che finirà da solo.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Per fortuna il nostro sistema nervoso si auto-corregge, quindi anche se è comparso in modo inaspettato e velocemente, dopo qualche minuto scomparirà. Questo perché il nostro sistema "riposa e digerisci" equilibra il sistema di lotta o fuga. Il panico generalmente inizia a diminuire entro dieci minuti, e spesso anche in tempi più brevi. Può aiutarti a rimanere calmo sapere che il panico è auto-limitante e si risolverà da solo.

aiutare chi ha un attacco di panico finisce da solo

Attacco di panico cosa fare

6. Parla con calma e sicurezza.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Quando scatta un attacco di panico è molto utile per te reagire in modo calmo. Metti in chiaro all'altra persona che non stai andando nel panico per il loro panico. Il tuo tono di voce può essere importante quanto le parole che usi. Una voce rilassante trasmette fiducia e attiva il sistema nervoso parasimpatico, che interrompe il campanello d'allarme della risposta di lotta o fuga tipico dell'ansia da panico.

aiutare chi ha un attacco di panico parlare con calma

Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù - Psicoterapeuta

7. Dì alla persona di cosa si tratta.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Se sei sicuro che si tratti di un attacco di panico, trasmetti questa tua convinzione alla persona. Potresti dire cose come: "Va bene, stai avendo un attacco di panico. Questa è ansia. So che è terribile. Starai bene. Sono qui e starò con te. Lo supererai." Evita di discutere se dicono che è qualcosa di più terribile e che pensano di morire. Prova invece ad analizzare con calma con le loro risposte. La tua presenza e la tua calma probabilmente diranno di più dei tentativi di convincerli che è solo panico.

8. Non cercare di fermare il panico.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

È ovvio che vorresti che il panico cessasse al più presto. Ma fai attenzione a non trasmettere un senso di urgenza. Non trasmettere la sensazione che vorresti che la persona debba smettere di farsi prendere dal panico subito. Quel messaggio probabilmente li renderà più sconvolti e non sarà utile nemmeno alla tua relazione d'aiuto. Paradossalmente, più creiamo una forma di resistenza e di negazione al panico, più spesso si intensifica.

aiutare attacco di panico

Come aiutare chi ha un attacco di panico

9. Non dire alla persona di calmarsi.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Potresti avere l'impulso di dire alla persona di "calmarsi" o "semplicemente rilassarsi", perché sei turbato dal suo disagio acuto. Ma nessuno vorrebbe calmarsi più di quanto lo voglia una persona in preda al panico. È tutto ciò che vorremmo tutti in quel momento. Insistendo sul fatto che debbono interrompre la crisi di panico probabilmente peggiorerà le cose. Invece, comunica la tua costante presenza e supporto.

10. Dimentica il sacchetto di carta.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Potresti aver sentito il suggerimento di far respirare una persona in un sacchetto di carta durante il panico. Questa tecnica era una volta raccomandata come un modo efficace per fermare l'iperventilazione. Ma spesso non è molto efficace e può persino peggiorare le cose, specialmente se la persona ha effettivamente un attacco d'asma o un attacco di cuore. E non dimenticare che per trovare un sacchetto di carta potresti aumentare il panico (Non lo trovo! Dove sono? Qui non ce ne sono...) e se non dovessi trovarlo la persona potrebbe pensare di non riuscire a fermare l'attacco di panico. Si sopravvive a un attacco di panico anche senza un sacchetto di carta.

11. Incoraggia la persona a creare un contatto con il suolo.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Se vuoi offrire alla persona una tecnica, potresti incoraggiarla a connettersi al suolo per trovare un senso di radicamento. Il panico generalmente appare infondato, come se il mondo si stesse muovendo sotto i nostri piedi. Quindi potresti suggerire di provare a concentrarsi sul pavimento sotto i propri piedi o sullo schienale della sedia sulla propria schiena. Una maggiore consapevolezza dei propri sensi fisici in questo modo può anche sviare i pensieri dagli scenari di disastro.

12. Invita la persona a muoversi con te.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Alcune persone trovano utile muoversi quando si fanno prendere dal panico, anche se il loro istinto iniziale è di congelare o raggomitolarsi in una palla. Invitali a stare in piedi con te, a camminare intorno e scuotere le braccia e le gambe. Se rifiutano, probabilmente è meglio non insistere.

13. Crea un contatto fisico solo desiderato.

Come aiutare chi ha un attacco di panico - 13 consigli utili.

Alcuni possono trovare confortante il tocco umano durante il panico. Altri lo trovano limitato o restrittivo. Segui le loro indicazioni per determinare cosa è giusto per loro: da un abbraccio, a una mano sulla spalla, a mantenere una distanza rispettosa.

come aiutare chi ha un attacco di panico conforto

Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù - Psicoterapeuta

Consiglio utile

Se sai che un amico o un familiare ha già avuto attacchi di panico, parla apertamente con loro di ciò che trovano utile quando sono in preda al panico. Non essere sorpreso se non riescono a pensare a niente, perché potrebbero non sapere cosa può aiutare se non il tempo necessario per farlo passare. Assicurati di chiedere cosa non vogliono che tu faccia perché è inutile e di solito peggiora le cose.

La cosa più importante

Ricordati che quando una persona ha un attacco di panico la cosa che di solito la fa stare meglio è non essere sola. Stare semplicemente con la persona durante il suo attacco di panico invia un forte messaggio di supporto e può essere il miglior aiuto che tu possa offrire.

Come aiutare chi ha un attacco di panico vicinanza

Come aiutare chi ha un attacco di panico

SOCIAL NETWORK - Dott.ssa Marzia Molteni - Psicologo Cantù

Note sull'autrice

Marzia Molteni

Psicologo Cantù

Dott.ssa Marzia Molteni ​specializzata in psicoterapia sistemico relazionale per stress​, ansia, ​disturbi somatici e terapeuta EMDR. ​​​Mamma di Sebastiano ed Emanuele e grazie a loro ha scoperto il fantastico mondo della genitorialità e h​a imparato cosa vuol dire prendersi cura dei propri figli con tutti gli aspetti positivi e le paure che questo comporta.


Tags

Ansia


Forse potrebbero interessarti...

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Iscriviti alla mia newsletter!

Prima di inviare i dati leggi la Privacy Policy

>