14 Febbraio

Dipendenza affettiva

​Dipendenza affettiva... cos'è?

​Quando parliamo di dipendenza affettiva? Cosa centra con l’amore?
L’amore è un elemento fondamentale in questa problematica.
Quando si è innamorati il senso di dipendenza dal partner è fortissimo e la voglia di fondersi con l’altro è molto alta. Una condizione assolutamente normale.
Il senso di dipendenza dovrebbe diminuire con lo stabilizzarsi del rapporto per lasciare spazio a una piacevole percezione di autonomia reciproca.

Ma quando invece diventa disfunzionale?
Nel momento in cui la relazione di coppia è vissuta come condizione unica, indispensabile e necessaria per la propria esistenza devono suonare dei campanelli di allarme ed è sano chiedersi se non si sta iniziando a soffrire di dipendenza affettiva.
Se all’altro viene attribuita un’importanza tale da annullare sé stessi e non ascoltare i propri bisogni soprattutto per evitare la paura della rottura della relazione allora la qualità della propria vita può cominciare a diminuire e a creare un vero e proprio malessere psicologico e fisico.

  • L​a dipendenza affettiva è normale nella fase di innamoramento.
  • ​Diventa disfunzionale quando la relazione è condizione unica, indispensabile e necessaria per la propria esistenza

​Donne che amano troppo

​Quando il legame si trasforma in qualcosa di patologico? Nel suo libro “Donne che amano troppo” (1985), la psicologa americana Robin Norwood spiega quali sono i segnali da tenere in considerazione:

“Quando essere innamorate significa soffrire, stiamo amando troppo. Quando nella maggior parte delle nostre conversazioni con le amiche intime parliamo di lui, dei suoi problemi, di quello che lui pensa, dei suoi sentimenti, e quasi tutte le nostre frasi iniziano con “lui…”, stiamo amando troppo.
Quando giustifichiamo i suoi malumori, il suo cattivo carattere, la sua indifferenza, o li consideriamo conseguenze di un’infanzia infelice e cerchiamo di diventare la sua terapista, stiamo amando troppo…Quando non ci piacciono il suo carattere, il suo modo di pensare e il comportamento, ma ci adattiamo pensando che se noi saremo abbastanza attraenti e affettuose lui vorrà cambiare per amor nostro, stiamo amando troppo”.

​Una relazione paritaria allontana la dipendenza affettiva

Quando l’amore produce troppa sofferenza, è un segnale che qualcosa non va.
Sicuramente ​una relazione d’amore è sana quando il sentimento è paritario, quando l’ascolto è ricambiato e i bisogni di entrambi sono ascoltati e riconosciuti.  
Ma se mancano queste basi di reciprocità, una relazione d’amore può diventare una dipendenza affettiva da cui è difficile liberarsi diventando persone “che amano troppo”.

  • ​Se pensi che l'amore ti stia producendo troppa sofferenza è il caso di valutare lo stato del tuo rapporto.
  • ​Prova a fare il test gratuito sulla dipendenza affettiva per misurarla.

​Dott.ssa Marzia Molteni

​Dott.ssa Marzia Molteni ​specializzata in psicoterapia sistemico relazionale per stress​, ansia, ​disturbi somatici e terapeuta EMDR.
​​​Mamma di Sebastiano ed Emanuele e grazie a loro ha scoperto il fantastico mondo della genitorialità e h​a imparato cosa vuol dire prendersi cura dei propri figli con tutti gli aspetti positivi e le paure che questo comporta. 

​Note sull'autrice

Marzia Molteni

Dott.ssa Marzia Molteni ​specializzata in psicoterapia sistemico relazionale per stress​, ansia, ​disturbi somatici e terapeuta EMDR. ​​​Mamma di Sebastiano ed Emanuele e grazie a loro ha scoperto il fantastico mondo della genitorialità e h​a imparato cosa vuol dire prendersi cura dei propri figli con tutti gli aspetti positivi e le paure che questo comporta.


Tags


​Forse potrebbero interessarti...

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

​Iscriviti alla mia newsletter!

Prima di inviare i dati leggi la Privacy Policy

>

Non perderti ​il consulto informaativo gratuitodi questo mese per ansia, stress, dipendenza affettiva, EMDR